EXTRAUOMO

I teschi creato da Rita Pierangelo non è umano ma possiede sicuramente sembianze antropomorfe con alcuni tratti animali.

Tuttavia non esiste creatura su questo pianeta che abbia queste fisionomie: appartengono dunque ad extraterrestri ?

O provengono da un futuro più o meno lontano?

Ciò su qui l’artista vuole fare riflettere è il limite al quale l’evoluzione potrà arrivare.

In un mondo in cui non è la civiltà che permette la sopravvivenza, saranno veramente i “civili” a perdurare?

Charles Darwin teorizzò che non è il più forte, ne la più intelligente della specie che ha la meglio sulla selezione naturale , bensì quella che sa meglio adattarsi ai cambiamenti.

Se i cambiamenti che verranno porteranno ad una società incivile e spietata, c’è da chiedersi chi sarà il più adatto a sopravvivere: gli impavidi che cercano di combattere contro le ingiustizie o i deboli che si piegano e si adattano anch’essi a questa perversa politica , trasformandosi in “predatori bestiali” ?

Milioni di anni fa, nell’epoca dei dinosauri, era LA LEGGE DEL PIU’ FORTE a governare il mondo. Allora la vita si svolgeva sotto la giurisdizione della natura stessa, che imponeva ad alcuni il ruolo di predatori, ad altri quello di prede, in un perfetto equilibrio.

Oggi la civiltà ci permette di sopravvivere anche senza cacciare o fuggire. Essa non ci impone alcun ruolo e ci lascia liberi di scegliere chi vogliamo diventare, ma se la moda è quella di essere un predatore, i cambiamenti che verranno porteranno a una società incivile e spietata, che risponde alla legge del più forte, ma non secondo natura e quindi del tutto sbilanciata.

C’è da chiedersi allora chi sarà più adatto a sopravvivere: chi cerca la moderazione, la civiltà e la solidarietà o chi si piega e si adatta a questa perversa politica “preistorica

La storia, e Charles Darwin, ci insegnano che non è certo la più forte, né la più intelligente delle specie che ha la meglio sulla selezione naturale, bensì quella che sa meglio adattarsi ai cambiamenti.

Allora chi diventeremo mi chiedo?

L’evoluzione ci insegna che dopo il big bang siamo evoluti da batteri a uomini , passando da moltissime forme prima invertebrate e poi animale e ora uomo , ma con quale presunzione noi pretendiamo di essere sempre noi a comandare il mondo, e stato detto che in una eventuale guerra nucleare mondiale solo i ratti e gli scarafaggi sopravivveranno e da lì ripartirà l’evoluzione ,perfino giganteschi dinosauri sono estinti ,, la prossima volta potremmo rinascere da un uovo o essere simpatici ratti con la nostra struttura sociale, non di meno di come siamo ora

EXTRAUOMO

The skulls created by Rita Pierangelo is not human but certainly has anthropomorphic features with some animal traits.

However, there is no creature on this planet that has these features: do they therefore belong to extraterrestrials?

Or do they come from a more or less distant future?

What the artist wants to reflect on here is the limit to which evolution can arrive.

In a world where it is not the civilization that allows survival, will the “civilians” really survive?

Charles Darwin theorized that he is not the strongest, nor the most intelligent of the species that has the best on natural selection, but the one who knows best how to adapt to change.

If the changes that come will lead to an uncivilized and ruthless society, one wonders who will be the most suitable to survive: the fearless who try to fight against injustices or the weak who bend and also adapt to this perverse policy , turning into “bestial predators”?

Millions of years ago, in the age of the dinosaurs, it was THE LAW OF THE MOST STRONG to rule the world. At that time life took place under the jurisdiction of nature itself, which imposed on some the role of predators, on others that of prey, in a perfect balance.

Today, civilization allows us to survive even without hunting or fleeing. It does not impose any role on us and leaves us free to choose who we want to become, but if fashion is to be a predator, the changes that will lead to an uncivilized and ruthless society, which responds to the law of the strongest, but not according to nature and therefore completely unbalanced.

One wonders then who will be more suitable to survive: those seeking moderation, civilization and solidarity or those who bow and adapt to this perverse “prehistoric” policy

History, and Charles Darwin, teach us that it is certainly not the strongest, nor the most intelligent of the species that has the best on natural selection, but the one that knows best how to adapt to change.

So who will we become?

Evolution teaches us that after the big bang we evolved from bacteria to men, passing from very many forms first invertebrate and then animal and now man, but with what presumption we claim to always be us to command the world, it has been said that in a possible nuclear world war only the rats and the cockroaches will survive and from there it will restart the evolution, even gigantic dinosaurs are extinct, next time we could be reborn from an egg or be nice rats with our social structure, not less like how we are now