OMBRA DELL’ANIMA

 L’ombra dell’anima è un’installazione che manifesta chiaramente un riferimento alla religione tuttavia il Cristo in croce simbolo dei cattolici viene rivisitato dall’artista che cerca così di espandere la globalità di un messaggio che è già di per sé universale.

La sagoma in rete metallica, il corpo di Cristo, non è il vero soggetto dell’opera: l’ombra di quest’ultima si estende sulla tela molto più maestosa, ad indicare un’anima potente, segnata da sofferenze non solo fisiche che lacerano nel profondo.

È proprio in questa direzione che si spinge Rita Pierangelo per superare l’ambito religioso: adottare il massimo esempio di sofferenza come modello della sofferenza umana.

La scelta dell’ambito cristiano è certamente dovuta all’educazione ricevuta, ma il tema si ricollega ad esperienze personali, alla sostanza dell’essere umano stesso e alla sua piaga principale, il dolore, da cui non possiamo distaccarci e che proprio per questo diventa ombra dell’anima.