OMBRA DELL’ANIMA

 L’ombra dell’anima è un’installazione che manifesta chiaramente un riferimento alla religione tuttavia il Cristo in croce simbolo dei cattolici viene rivisitato dall’artista che cerca così di espandere la globalità di un messaggio che è già di per sé universale.

La sagoma in rete metallica, il corpo di Cristo, non è il vero soggetto dell’opera: l’ombra di quest’ultima si estende sulla tela molto più maestosa, ad indicare un’anima potente, segnata da sofferenze non solo fisiche che lacerano nel profondo.

È proprio in questa direzione che si spinge Rita Pierangelo per superare l’ambito religioso: adottare il massimo esempio di sofferenza come modello della sofferenza umana.

La scelta dell’ambito cristiano è certamente dovuta all’educazione ricevuta, ma il tema si ricollega ad esperienze personali, alla sostanza dell’essere umano stesso e alla sua piaga principale, il dolore, da cui non possiamo distaccarci e che proprio per questo diventa ombra dell’anima.

SHADOW OF THE SOUL

 The shadow of the soul is an installation that clearly shows a reference to religion but the Christ in the cross symbol of Catholics is revisited by the artist who tries to expand the globality of a message that is already universal in itself.

The silhouette in wire mesh, the body of Christ, is not the true subject of the work: the shadow of the latter extends over the much more majestic canvas, to indicate a powerful soul, marked by not only physical sufferings that lacerate deep inside.

It is precisely in this direction that Rita Pierangelo goes to overcome the religious sphere: to adopt the greatest example of suffering as a model of human suffering.

The choice of the Christian environment is certainly due to the education received, but the theme is linked to personal experiences, to the substance of the human being himself and to his main wound, pain, from which we cannot detach ourselves and which for this very reason becomes shadow of the soul.